Oloard d’ Cristoforo

0
1726

CRISTOFORO D’OLOARD (Cristoforo d’Oloren) Inglese. Corsaro.

+ 1603 (maggio)

Anno, mese

Stato, in proprio

Avversario

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1603

 

 

 

Marzo aprile

In proprio

Venezia

Con Nicola Alvel depreda nelle acque di Zante (Zakinthos) la nave veneziana “Buonaventura Giopandita” proveniente da Smirne (Izmir) con un carico di cotone. Il bottino ascende a 100000 ducati. I due corsari assaltano poco dopo a Strivali la marcigliana “Memma e Costantina” (pure battente bandiera della Serenissima) di ritorno dall’isola di Candia (Kriti): la nave è condotta a Modone (Methoni). Intervengono le autorità turche che imprigionano alcuni corsari.

Maggio

 

 

Il sangiacco della Morea, su pressione di Costantinopoli, arresta Cristoforo d’ Oloard e lo consegna al provveditore Maffio Michiel. Il corsaro è impiccato. Il veneziano lascerà più tardi l’isola allo scadere del periodo della sua carica. La nave che trasporta a Venezia i suoi beni viene attaccata, per vendetta, da una banda di corsari inglesi che si gettano sull’imbarcazione del funzionario della Serenissima distruggendo tutto ciò che non è ritenuto di interesse.

CITAZIONI