Elliott Robert

0
1797

ROBERT ELLIOTT (Robert Elyatt) Corsaro inglese. Cattolico.

+

Anno, mese

Stato, in proprio

Avversario

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1609      

Maggio

Toscana

Corsari barbareschi

Milita al servizio del granduca di Toscana sotto la protezione di Robert Dudley, figlio del conte di Leicester, un favorito della regina Elisabetta. Lascia Marsiglia (Marseille) con l’intenzione di penetrare nottetempo nel porto di La Goletta e dare alle fiamme alcune vascelli dei corsari di Tunisi. Ufficialmente è a capo di una missione granducale a Tunisi. Il dey Kara Othman diffida della sua presenza, previene la sua azione e lo fa catturare da 3 vascelli barbareschi. E’ trattenuto prigioniero in città, anche se, inizialmente, gli è concessa qualche libertà di movimento. Allorché Robert Elliott si rifiuta di convertirsi all’Islam viene messo ai ferri;  sarà incarcerato per alcuni anni.

1613

 

 

Viene liberato dal dey di Tunisi.

1618

In proprio

Venezia

Assoldato con 2 navi è spinto dal viceré di Napoli don Pietro Giron, duca d’Ossuna, a molestare i veneziani nell’ Adriatico. Si impadronisce di alcune imbarcazioni.

CITAZIONI