Costa da Alamanno

0
2115


ALAMANNO DA COSTA
Di Albenga. Corsaro. Conte di Siracusa. Parente di Enrico Pescatore.

  • 1225 ca.

Anno, mese Stato, in proprio Avversario Azioni intraprese ed altri fatti salienti
1204
…………… Genova Pisa

Combatte i corsari pisani incrociando le isole dell’arcipelago greco. Dà loro la caccia con la “Carroccia”: all’improvviso viene sorpreso dal bastimento  “Il Leopardo” con a bordo 500 soldati. Sconfigge gli avversari; nel bottino sono comprese 253 corazze di ferro ed una grande quantità di maglie di ferro, di celate, di targoni e di altre armature. Rimorchia la nave catturata all’isola di Candia (Kriti), dove si trovano altre imbarcazioni genovesi provenienti dalla Siria e dall’Egitto.

Agosto

Affianca Enrico Pescatore alla conquista di Siracusa ai danni dei pisani. Con la vittoria è nominato dai consoli di Genova conte di Siracusa.

1205
Agosto dicembre

E’ assediato in Siracusa per tre mesi e mezzo da Ranieri di Manente. A dicembre Enrico Pescatore e Guglielmo Porco sconfiggono nei pressi 10 navi e 12 galee condotte da Ranieri di Manente; Alamanno da Costa esce con i difensori dalla città ed attacca l’esercito pisano intento alle operazioni di assedio. I nemici sono debellati. Il centro siciliano resterà per circa un decennio una zona di colonizzazione genovese.

1210
Luglio Genova Venezia

Presta soccorso ad Enrico Pescatore con 2 galee alla difesa di Candia (Kriti) ai danni dei veneziani. Sconfitto in combattimento navale nei pressi dell’isola, viene condotto prigioniero a Venezia. Gli avversari rientrano in possesso dell’ isola di Candia.

1211/1212 Genova Marsiglia

Arma la nave “San Giovanni” per condurre la guerra di corsa ai danni dei marsigliesi con cui i genovesi sono in conflitto da tempo. Nel 1212 l’imperatore Federico II si impadronisce di Siracusa a sue spese includendo la città nel demanio regio.

1217/1220 In proprio Venezia

Scorre ancora lungo le coste di Candia con 3 galee ed una nave. E’ catturato nel porto di Fraschia dalle navi del duca di Candia Jacopo Tiepolo e da quelle di Marco Zordan. Verrà liberato nel 1219. Conserva il controllo del castello di Siracusa fino al 1220.

1225 Muore.

 CITAZIONI

-“Vir impiger ac fortis.” Bizari

-“Celebre corsaro genovese.” Bragadin