ALOF DE WIGNANCOURT, ALOF DE WIGLIANCOURT

0
1254

ALOF DE WIGLIANCOURT (Alof de Wignacourt) Cavaliere di Malta. Francese.

1547 – 1622

Anno, mese Stato, in proprio Avversario Azioni intraprese ed altri fatti salienti
1601
Febbraio

Naviga come corsaro privato ai danni delle navi turche e barbaresche. A metà mese viene nominato Gran Maestro dell’ordine gerosolomitano.

1617
Fa costruire ad Amsterdam il “Gran Galeone” l’ultima nave di questo tipo che solcherà il Mediterraneo.
1622 Muore. Esistono alcuni suoi ritratti. Il ritratto ufficiale, conservato al museo di Belle Arti di La Valletta è opera di un autore anonimo. Un altro  (ritratto con il suo paggio in armatura) si trova a Parigi al museo del Louvre ed è opera del Caravaggio da lui invitato a Malta.

CITAZIONI

” Alof de Wignacourt..non si distinse solo per opere di guerra, che fondamentalmente consistevano nell’arrembare navigli algerini nel Mediterraneo, riscattare gli schiavi cristiani e fare schiavi quanti più infedeli possibile, oltre che resistere con un sistema di fortificazioni poderoso all’ostinato progetto degli ammiragli della Porta di estirpare quella roccaforte cristiana nel canale che mette in comunicazione la parte occidentale con la parte orientale del Mediterraneo. A lui si devono opere di pace, tra cui quella straordinaria impresa (ancora lì, in piedi, lungo la strada che va dalla Valletta all’antica capitale di Mdina) dell’acquedotto che portava nella capitale l’acqua dell’altipiano. Ma è soprattutto al suo rapporto con l’arte della pittura, e forse alla sua vanità, che si deve se il suo nome e la sua figura è rimasta famosa.” Fusina