Ricasoli Giovanni Francesco

0
384

GIOVANNI FRANCESCO RICASOLI Cavaliere dell’ordine gerosolomitano.

+ 1673 (luglio)

Anno, mese

Stato, in proprio

Avversario

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1618

 

 

 

Dicembre

 

 

Entra nell’ordine gerosolomitano come paggio del Gran Maestro Alof di Vignacourt.

1640

 

 

 

Dicembre

Malta

 

Ha il comando di una galea. La nave farà naufragio l’anno successivo.

1642

 

 

 

Febbraio

 

 

Comanda una galea agli ordini di Bernardino Vecchietti. Accompagna il comandante delle galee dell’ordine gerosolomitano che si sta recando a Siracusa con 2 navi. Una tempesta sorprende le imbarcazioni a punta Calarossa, nei pressi di Capo Passero. La capitana fa naufragio. Giovanni Francesco Ricasoli riesce a salvarne l’equipaggio legando la galea ad uno scoglio con una gomena.

Giugno

Malta

Corsari barbareschi

La squadra maltese naviga nel golfo di Sfax (Safaqis) e punta verso Tripoli. Giovanni Francesco Ricasoli penetra nel porto con una feluca e 5 caicchi con a bordo un sufficiente numero di soldati. Abborda un vascello che viene dato alle fiamme; un analogo tentativo non riesce con un secondo vascello. La guarnigione reagisce ed i maltesi sono costretti a ritirarsi.

1660

 

 

 

Novembre

Malta

 

Ha il comando della galea “San Martino”, la padrona dell’ordine gerosolomitano.

1661

 

 

 

Giugno

Malta

Impero ottomano

Affianca Fabrizio Ruffo nella guerra di Candia (Kriti). Scorre nelle acque di Mitilene (Mitilini); inviato in avanscoperta  avvista la flotta turca che si sta avviando verso Negroponte (Evvoia). Giovanni Francesco Ricasoli naviga nottetempo per più ore in mezzo ai turchi;  all’alba, presso Milo (Milos), si fa raggiungere dai veneziani. Con il Cuges (la galea “Santa Maria”) investe una pari nave avversaria e la conquista. Il Cuges viene ferito gravemente da un colpo di moschetto. Giovanni Francesco Ricasoli si sposta a Sifanto (Sifnos) con il bottino.

…………

 

 

Ricopre la carica di ricevitore dell’ordine. Ottiene la carica di cavaliere di gran croce.

1670

 

 

Per la costruzione di un forte a difesa del porto di Malta, ai cui lavori si è dato inizio nel corso dell’anno, dona all’ordine 30000 corone prelevate dai suoi beni personali;  cede pure all’ordine gerosolomitano la propria rendita annua di 3000 scudi: per tale motivo queste fortificazioni saranno chiamate con il suo nome.

1673

 

 

 

Luglio

 

 

Muore a fine mese.

CITAZIONI