Colombo il Vecchio/ Casanova/Guillaume de Cazenove

Indice Anagrafico dei corsari operanti nel Mediterraneo:

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - Y - Z

 

Cerca nel sito:


COLOMBO IL VECCHIO/CASANOVA/ GUILLAUME DE CAZENOVE
 Guascone. Corsaro. Detto anche Coulon o Coulomb. Signore di Varelme e di Masnil-Paviot.

  • 1483 (settembre)

Anno, meseStato, in proprioAvversarioAzioni intraprese ed altri fatti salienti
………………….

Casanova vive a corte. D’altra parte, fin da bambino, fa parte dei familiari del delfino, il futuro re Luigi XI.

1456

Affianca il delfino nella sua fuga allorché il giovane erede al trono è costretto a chiedere ospitalità al duca Filippo di Borgogna.

1461

Casanova è nominato viceammiraglio di Francia. Serve brillantemente sul mare la politica protezionistica condotta da Luigi XI.

………………….

Il sovrano lo fa sposare con Guglielmina, la seconda figlia del signore di Gaillardois, che abita nei pressi di Rouen.

1465
Giugno

Ricopre anche le cariche di riformatore delle acque e delle foreste in Normandia ed in Piccardia.

Luglio

Gli è confermato dal re l’incarico di riformatore delle acque e delle foreste in Normandia ed in Piccardia, contestatogli dal conte di Chatillon.

1469
MaggioIn proprioVenezia

Cattura nei mari d’Inghilterra la nave veneziana di Alvise Minio, carica di vino di Candia (Kriti), di frumento e di altre merci. Incrocia davanti alle Fiandre con 8 navigli per bloccare le imbarcazioni che si recano a Dam ed a Londra per la fiera di Pentecoste.

Agosto

Il sovrano gli conferisce il collare dell’ordine di San Michele. Suo motto è “ Immensi tremor oceani”.

OttobreIn proprioVenezia

Assale e si impossessa della nave veneziana di Giuliano Coppo, carica di vino e di altre merci per un valore di 30000 ducati. Uccide il Coppo e la maggior parte dell’equipaggio; tortura i membri della ciurma rimasti vivi. Il re di Francia, irritato per l’alleanza di Venezia con il duca di Borgogna, non ascolta le lamentele al riguardo della Serenissima.

1470
MaggioIn proprioVenezia

Prepara una nuova spedizione contro le galee di Fiandra. La Signoria  fa scortare il convoglio dalle galee “Malipiera” e “Squarza”.

………………..In proprioVeneziaSi appropria in Galizia della nave di Daniele Muazzo.
1471
………………..Vive alla corte del re Luigi XI o nelle sue terre in Normandia.
NovembreIn proprioGenova

Cattura una nave genovese, la “Negrona”. Genova ne ottiene la restituzione dal re di Francia.

1472
…………………E’ sempre segnalato a corte e nelle sue terre in Normandia.
LuglioFranciaInghilterra

Naviga nella Manica con 29 navi francesi;  occupa il passo di Calais per impedire che si uniscano alla flotta inglese, a quella fiamminga del duca di Borgogna Carlo il Temerario ed alla bretone dell’ammiraglio du Quénélec. Semina il terrore lungo le coste dei Paesi Bassi;  non lascia passare alcun legno senza che non sia sottoposto al suo controllo. Pure la flotta anseatica, alleata con gli avversari della Francia, è costretta ad allontanari da Calais. La sua comparsa alle Dunes, rada sulla costa orientale del Kent tra Sandwich e Dover, provoca un tale stato di disagio che lo stesso re d’Inghilterra Edoardo IV arma 20 navi e si pone alla loro testa per dargli la caccia.

Settembre

Viene costretto dagli avversari a rifugiarsi nei porti della Normandia. Inseguito, perde una nave con 140 uomini.

1473
OttobreIn proprioVenezia

Entra nello stretto di Gibilterra per dare la caccia alle galee veneziane di Fiandra e di Barberia.

Novembre

Con 6 navi attacca nelle acque di Almeria le galee di Barberia con le quali combatte a lungo. Si deve ritirare;   tallona il convoglio mentre questo si dirige alla volta di Valencia.

1474
OttobreIn proprioNapoli

Sorprende a Vivero, al largo della Galizia, 2 galee di Ferrante d’Aragona, che, comandate da Aniello Pirozzo, provengono dalle Fiandre e dall’Inghilterra. Le cattura e le conduce in Normandia.

1475
…………………In proprioChiesa Genova Firenze

Cattura una nave pontificia assai ricca, una grossa nave genovese e 18 bastimenti carichi di tele e di altre mercanzie. Anche navi fiorentine fanno la stessa fine. La nave genovese (dicembre) ha a bordo mercanzie del valore di 30000 ducati. Interviene sul re di Francia il duca di Milano Galeazzo Maria Sforza per fare restituire ai genovesi navi e merci predate.

…………………FranciaInghilterra

Rientra ad Harfleur. Scorre le acque della Normandia per contrastare le navi inglesi e quelle bretoni.

1476
…………………FranciaCastiglia

La guerra di successione di Castiglia trova il re del Portogallo Alfonso V alleato dei francesi.  Casanova salpa da Brest; si impossessa di 4 navi da guerra spagnole della regina Isabella la Cattolica e ne passa a fil di spada l’equipaggio; asseconda  le operazioni d’assedio di Alain d’Albret e dei portoghesi a Fuenterabia. Alla fine Alfonso V è vinto dai castigliani nella battaglia di Toro.

Giugno luglio

Giunge a Berurco in Biscaglia; sorpreso da una furiosa tempesta, perde il vascello ammiraglio che viene sospinto dal vento sui litorali galiziani. Partecipa all’attacco di Ribadeo; dopo avere subito gravi perdite riprende il mare ed entra nel porto di Lisbona.

Agosto settembreIn proprioGenova

Imbarca il re del Portogallo a Belem con 2200 soldati portoghesi, destinati a rilevare i presidi di Tangeri e di Ceuta. Rafforzato da navi portoghesi, fa rotta verso lo stretto di Gibilterra; a fine mese al Capo di San Vincenzo (Cabo de Sao Vicente) le sue 7 navi si scontrano con 3 bastimenti genovesi ed uno su cui sventola l’ insegna del duca di Borgogna. Fra essi vi sono 2 galee grosse, un’urca ed una cocca, cariche tutte di merci.  Casanova assale con il suo vascello “Royale” la nave di uno Spinola; la “Lupienne” di Jean de Torchefelon, abborda la galeazza “Squarciafica”; altre 5 navi corsare attaccano l’urca fiamminga e la cocca genovese. Dopo dieci ore di scontri le navi avversarie sono incendiate; su 1000 membri degli equipaggi che si trovano a bordo della squadra nemica, ne sopravvivono solo 120. Il fuoco dilaga anche sulle navi di Casanova: dei 7 bastimenti della sua flottiglia, fra cui si annoverano 5 vascelli, solo la “Lupienne” non è toccata dagli incendi; 500 marinai francesi ed altrettanti soldati portoghesi  perdono la vita nel combattimento. Il bottino viene valutato in 100000 ducati. La squadra francese di Colombo il Vecchio, di seguito, fa scalo a Ceuta. Supera un’altra tempesta nel golfo del Leone e sbarca Alfonso V a Collioure, nel Rossiglione.

1477

A Lisbona, con le sue navi in disarmo. Gli viene proibito dal re di Francia di molestare le navi genovesi ancorate in quel porto.

1478

Agosto

E’ richiesto il suo operato dalla duchessa di Milano Bona di Savoia per combattere i genovesi.

OttobreSi trova nel Mediterraneo alla testa di una forte flotta.

Novembre

In proprioGenovaFa prigionieri alcuni genovesi in mare.
1481
GennaioSoggiorna nei suoi possedimenti in Normandia.
…………………FranciaImpero

Prende parte alla lotta contro il re Massimiliano d’Austria durante la guerra di successione in Borgogna. Incrocia sulle coste delle Fiandre e dei Paesi Bassi: con la sua azione predatrice contribuisce con efficacia al trattato di pace che sarà firmato l’anno successivo.

1482Sempre nei suoi possedimenti in Normandia.
1483
SettembreMuore.

 CITAZIONI

-“On ne sait quand, ni à quelle occasion, Guillaume de Cazenove vint à la cour del France et on ignore ses premiers exploits ainsi que l’origine de son nom Coulon, du, peut-etre, à quelque emblème ou au genre de navire qu’il affectionnait: on appelait, au XV siècle, coulons ou colons une sorte de très grand navire léger et rapide.” Dictionnaire de biographie française

– “Il più intrepido marinaio di quegli anni.” Pietrostefani

” Vice-amiral déjà célèbre et fort actif..va devenir la terreur des mers.” Joubert

-“Fidatissimo collaboratore di Luigi XI, non ci fu vicenda navale francese, commerciale o militare, a cui “Colombo”, temutissimo da tutti i potentati, non prendesse parte.” Battioni

 

Lascia un commento