Hassan Aga/ Assan Aga

0
506

HASSAN AGA/ASSAN AGA Sardo. Rinnegato. Corsaro barbaresco.

+ 1550 ca.

Anno, mese

Stato, in proprio

Avversario

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

……………

 

 

Pastorello dell’isola di Asinara viene fatto prigioniero in un’incursione a terra dai corsari di Barbarossa.

1535

 

 

 

Luglio

Tunisi

Impero

E’ impegnato alla difesa di Tunisi per conto di Barbarossa.

1536/ 1538

In proprio

Impero

Con numerose navi algerine si rivolge soprattutto contro le coste della Spagna che mette a ferro e fuoco. In tale paese, come in Italia, si deve provvedere ad innalzare torri di guardia e di difesa che all’apparire delle vele corsare diano l’allarme agli abitanti.

1541

 

 

 

Ottobre

Algeri

Impero

Si trova alla difesa di Algeri allorché la città è investita dal mare dalla flotta di Andrea Doria e da terra dalle forze guidate dal duca d’Alba. L’imperatore Carlo V gli invia un ambasciatore per invitarlo alla resa: rifiuta burlandosi degli avversari. Ha a sua disposizione 800 turchi e 5000 mori di cui molti di origine spagnola; confida nel cattivo tempo per avere la meglio sugli avversari. Gli imperiali sbarcano ed effettuano un violento bombardamento delle mura cittadine; i cavalieri di Malta attaccano la porta pensando di entrarvi mescolati con i fuggitivi come è già successo in altra occasione. Hassan Agà la fa chiudere e fa bombardare mori e cavalieri (che si trovano all’esterno delle mura) con i suoi cannoni. 300 sono i morti tra gli assalitori. Si scatena inoltre una tempesta che sorprende gli attaccanti che non hanno atteso lo scarico delle tende e degli approvvigionamenti. Nella notte gli avversari sono costretti a riposarsi nel fango; vengono sferzati dalla pioggia e gelati dal vento di tramontana che soffia dai monti; sono affamati, stremati e demoralizzati; non possono neppure utilizzare gli archibugi perché la polvere da sparo si è bagnata. Le truppe di Hassan Agà effettuano una sortita all’alba; la situazione è tamponata dai cavalieri di Malta che proteggono la ritirata dei fanti. La vittoria arride ai musulmani: i prigionieri sono ridotti in schiavitù.

1550

 

 

Muore.

CITAZIONI

-“Uffiziale di coraggio, intrepido, ed esperto.” Laugier de Tassy

-“Eunuco, vecchio pirata.” Monterisi

 -“Superbo della sua potenza…(da Costantinopoli) ordinava le devastazioni delle terre cristiane, e soprattutto delle spiagge del luogo natio, con tanto più furore in quanto tribolarle barbaramente gli serviva come argomento per provare presso i Musulmani la sua inesorabilità nel combattere i Cristiani.” Martini

 

SHARE
Previous articleHarris John
Next articleHasan Kara