Caragiali

Indice Anagrafico dei corsari operanti nel Mediterraneo:

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - Y - Z

 

Cerca nel sito:

CARAGIALI/QARA ALI (Caracali, Karag Ali, Carag Alì, Cargiali, Alì Pascià) Corsaro di Algeri.

  • 1580 ca.

Anno, mese Stato, in proprio Avversario Azioni intraprese ed altri fatti salienti
1563
……………. Salpa da Algeri agli ordini di Occhiali con 16 navi.
Estate Impero ottomano Malta Genova

Si trova nelle acque di Crotone con 2 galeotte. Intercettato da una squadra di 2 galee maltesi,  condotte da Mathurin Romegas e da 4 siciliane capitanate da Luigi Osorio, si salva sulla maggiore delle sue navi. La seconda, comandata da Memi Caragia, viene, invece, catturata dagli avversari.

…………….

Assale una località della Corsica: sono fatti una ventina di prigionieri.

Agosto

Scorre sulle coste della Liguria con 9 navi. A fine mese affianca Occhiali in uno sbarco a terra nei pressi di Porto Maurizio e nella successiva spedizione nell’interno che si conclude con la cattura di 300/400 persone. Tutti sono radunati sulla spiaggia degli Aregari in attesa del loro riscatto: chi non ha denaro viene ridotto in schiavitù.

1565
Luglio Impero ottomano Malta

Prende parte alla spedizione contro Malta. Compie una scorreria nel canale di Sicilia; cattura 4 galee siciliane ed una fregata.

1568
Maggio In proprio Toscana

Naviga nelle acque della Toscana con 5 galeotte algerine. Si sposta in Corsica;  a Capo Corso è sorpreso da 5 galee toscane comandate da Alfonso d’Appiano. E’ ingaggiata una violenta battaglia che dura sette ore. Nello scontro gli vengono conquistate 2 galeotte; 310 sono i prigionieri fra i suoi uomini; ottengono, viceversa, la libertà 220 cristiani vittime di sue precedenti imprese. Anche gli avversari lamentano gravose perdite (70 morti con 3 capitani di galea; 90 feriti, fra cui lo stesso Alfonso d’Appiano).

1570
Luglio Impero ottomano Malta

Segue Occhiali verso Levante. Nei pressi di Gozo si imbatte in 4 galee maltesi comandate da Francesco di Saint-Clement. Insegue la capitana della squadra nemica; questa va ad incagliarsi sotto la torre di Montechiaro. Francesco di Saint-Clement abbandona la nave per porsi in salvo nella torre omonima;  Caragiali si  impossessa della galea;  i suoi uomini si gettano sui fuggiaschi; 40 membri dell’equipaggio  sono uccisi o muoiono affogati; gli altri sono fatti schiavi compresi tre cavalieri di Malta. Il corsaro terrà tale imbarcazione come sua capitana e la doterà di tre fanali.

1571
Ottobre

Prende parte alla battaglia di Lepanto (Navpaktos) a bordo della capitana di Algeri. Viene inserito nell’ala sinistra dello schieramento.

…………….

Conquista il regno di Tunisi e cattura molte navi maltesi. Ne è nominato pascià ed ottiene il comando generale della flotta turca.

1580 Muore.

 CITAZIONI

-“Famoso corsale.” Bosio

-“Valoroso corsale.” Ammirato

Con Kara Ogia ed Hasan Agà “Giovani corsari divenuti leggendari.” Fedozzi

-“Pericoloso corsaro.” Ciano

-“He brought the development of organized piracy to its greates perfections.“ Gosse

Previous articleCaragia Memi
Next articleCaramaut