Bostan Rais

Indice Anagrafico dei corsari operanti nel Mediterraneo:

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - Y - Z

 

Cerca nel sito:

BOSTAN RAIS (Mistan Rais, Buscan. Bosdan, Sultan)

  • 1526 ca.

Anno, mese

Stato, in proprio

Avversario

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1524

 

 

 

Ottobre

Impero ottomano

 

Ha il comando delle fuste ottomane. Si incontra presso Corfù (Kerkira) con il provveditore della flotta veneziana Giovanni Vitturi. E’ diretto a Nasso (Naxos) per lamentarsi con il duca Giovanni Crespo perché nelle vicinanze dell’isola alcuni corsari hanno catturato una caravella turca  liberando, nel contempo, gli schiavi cristiani trovati a bordo. Viene sospettato di spiare i porti veneziani in cui entra come ospite. Ha con sé una galeotta e 14 fuste.

Dicembre

 

 

Cattura nell’isola di Meleda una marcigliana di Chioggia il cui proprietario si finge ferrarese e viene venduto come schiavo per 150 ducati: la nave è bloccata dai turchi perché il suo capitano è ritenuto responsabile dell’annegamento di alcuni marinai ottomani. Bostan Rais agisce su ordine del cadì di Durazzo (Durresi): proprietari e nave verranno rilasciati dietro il pagamento di un riscatto. Si impossessa di un’altra marcigliana presso Saseno, diretta anch’essa, come la precedente a Segna (Sejny).

1525

 

 

 

Luglio

 

 

Si incontra all’isola di Mezzo, nell’Adriatico, con il capitano del Golfo Girolamo da Canal. E’ sul punto di rientrare a Castelnuovo dove vive la sua famiglia. Disarma a Valona (Vlona) le sue fuste su ordine del sultano.

Agosto

 

 

Richiamato a Costantinopoli (Istanbul), tocca Ragusa (Dubrovnik) e Valona: i suoi movimenti vengono controllati dai veneziani. Perviene a Capo Matapan (Akra Tainaron).

Settembre

In proprio

Venezia

A Negroponte (Evvoia). Scorre nei possedimenti veneziani, sbarca nei pressi di Napoli di Romania (Navplion) per timore del provveditore della flotta della Serenissima. I veneziani gli catturano 3 fuste, lasciate sulla spiaggia con poche guardie. A bordo di una nave si trovano 12 teste destinate al sultano. Molti reclami sono fatti alla Porta per il suo comportamento; da parte sua accusa i veneziani di avergli preso le 3 fuste e di averle fatte navigare trascinando sull’ acqua, in segno di oltraggio, le bandiere ottomane.

Novembre

 

 

E’ fatto arrestare dal sultano; è condotto a cavallo,  in catene, a Costantinopoli (Istanbul).

Dicembre

 

 

Viene imprigionato.

1526

 

 

 

Febbraio

 

 

Liberato nel mese dietro una malleveria di una grossa somma, scorre subito con 13 fuste in Levante.

Aprile

 

 

I turchi fanno pressione sui veneziani affinché sia perdonato. Si reca a Widos per incontrarsi con il beilerbey della Grecia Ibrahim Pascià. A seguito di nuove prove dei veneziani, Bostan Rais è ricondotto in carcere.

Ottobre

 

 

E’ sempre in carcere.

…………………

 

 

Muore.

 CITAZIONI  

Lascia un commento