Biandra di Giovanni

0
1622

GIOVANNI DI BIANDRA (Givanni da Biandrate, Jean de Blandrath) Cavaliere di Rodi, priore di Lombardia.

  • 1350 ca.

Anno, mese

Stato, in proprio

Avversario

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

……….

Rodi

 

Ha il comando della squadra delle galee dell’ordine gerosolomitano (4 galee).

1344

Rodi

Impero ottomano

Si unisce con Corrado Piccamiglio, che conduce 4 galee di Cipro (Kipros), e con la squadra veneziana di Niccolò Michiel (5 galee) per scorrere i mari ai danni dei turchi. Fa imbarcare sulle navi un grande numero di truppe comandate dai cavalieri ed attacca Smirne (Izmir); entra nella rada e distrugge gran parte delle navi turche. Conquista, infine, il castello cittadino che resiste inizialmente ai suoi attacchi. Il presidio è massacrato. Viene sostituito nel comando dal delfino di Vienne.

1345

 

 

Ottiene nuovamente il comando della flotta alleata per la stima nei suoi confronti del gran maestro dei cavalieri Dieudonné de Gozon.

1346

 

 

Vince i turchi presso l’isola di Imbro. Cattura 18 navi, fra fregate, brigantini, feluche e barche minori. 32 galee, invece, riescono a prendere il largo ed a evitare il combattimento. I cristiani scendono a terra, saccheggiano l’isola e fanno 5000 schiavi. Il papa lo loda per il suo comportamento nella guerra.

1347

 

 

Viene sostituito nel comando dal catalano Pietro Arnoldi.

1350

 

 

Muore.

CITAZIONI 

-“Era cavaliero destro e valente tanto nelle armi quanto nelle lettere”. Guglielmotti