Orange d’ Pietro

0
1115

PIETRO D’ORANGE Di Bruxelles. Corsaro con patente del viceré di Napoli.

+

Anno, mese

Stato, in proprio

Avversario

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1600

In proprio

Venezia

Con Michele Vris si impadronisce di 2 navi mercantili veneziane, la “Vidola” e la “Nettuno”. I due corsari si impadroniscono del carico delle navi (le mercanzie, a loro dire, sarebbero di proprietà di alcuni musulmani). Le imbarcazioni sono abbandonate nel porto di Messina. La moglie del viceré di Sicilia riceve 10000 zecchini come parte del bottino di sua competenza.

CITAZIONI