Hasan Kara

Indice Anagrafico dei corsari operanti nel Mediterraneo:

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - Y - Z

 

Cerca nel sito:

KARA HASAN (Caracassam) Corsaro turco. Fratello di Kara Tornus.

+ 1499 (dicembre)

Anno, meseStato, in proprioAvversarioAzioni intraprese ed altri fatti salienti
1496
GiugnoIn proprioGenova

Opera nell’Egeo nelle acque di Monte Santo (Ayion Oros) con l’ Enrichi ed il Cozomiti. I tre corsari turchi, che guidano ciascuno una fusta, si imbattono nella barzotta del corsaro genovese Seregola; lo assalgono. Costui reagisce e cattura 2 fuste, quella di Kara Hasan e quella del Cozomiti.

1497
GennaioImpero ottomano

Giunge nelle acque di Pera con una caravella, uno schierazzo e 3 fuste. Incalza fin dentro i Dardanelli (Canakkale Bogazi) una barza portoghese che da Madera (Madeira) ha trasportato dello zucchero a Pera. Kara Hasan passa al servizio del sultano con l’Enrichi.

OttobreIn proprioVenezia

Avvista 2 caravelle veneziane nell’arcipelago greco presso l’isola di Egina (Ayinia): una è di Zara (Zadar) e l’altra di Curzola (Korcula). La seconda si getta a terra ed i marinai si danno alla fuga; la prima viene catturata ed affondata con l’uccisione di sette uomini. Kara Hasan comanda una squadra composta da 3 fuste e da una fusta.

1498
Marzo

Viene segnalato presso Tenedo (Imroz) con 2 fuste, un brigantino, una caravella ed uno schierazzo.

Aprile

Si ferma a Gallipoli (Gelibolu) per recarsi a Costantinopoli (Istanbul). Lascia 2 fuste ed il brigantino al comando del fratello Kara Tornus con l’ordine di aspettarlo a Porto Sarfana. Arrestato dalle autorità, è inviato alla Porta con un altro corsaro. Liberato ritorna al servizio del sultano: gli viene riconosciuta una provvigione giornaliera di 20 aspri.

……………Impero ottomano Venezia
Con il fratello cattura nelle acque di Candia (Kriti) 2 navi veneziane che trasportano un carico di vino.
1499
Marzo

Affianca il  Camali nelle sue operazioni. Si impadronisce di una galea veneziana; sbarca a Chio (Khios), rapisce 200 uomini e ne uccide altri. Si impossessa, pure, di altri 2 brigantini della Serenissima.

AprileScorre nelle acque di Corfù (Kerkira) con 6 fuste.
Agosto

Al suo rientro a Costantinopoli fa trascinare in mare le bandiere di San Marco.

Dicembre

Muore per un colpo di bombarda mentre si trova alla difesa di Cefalonia (Kefallinia).

CITAZIONI

Lascia un commento