Rosselmini Simeone

0
40

SIMEONE ROSSELMINI (Simeone Rossermini) Di Pisa. Cavaliere di Santo Stefano.

+ 1575 ca.

Anno, mese

Stato, in proprio

Avversario

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1552

Firenze

Francia Impero ottomano

Combatte i francesi nella guerra di Siena. Fa la spola da Livorno a Piombino, a Portoferraio, a Genova per trasportarvi artiglierie, operai, materiali e truppe.

1553

 

 

Salpa da Livorno con una galea, con a bordo 300 fanti scelti, supera il blocco navale di Dragut e di Paulin de la Garde e sbarca tali uomini a Portoferraio.

1554      
……………    
Conduce un disordinato attacco ad una piccola porta di Montecatini Alto. E’ respinto da Alessandro da Terni.

1554

 

 

Arma la galea “Saetta” per conto del duca di Firenze Cosimo dei Medici.

1555

 

 

Si trova all’isola d’Elba. Passa alla difesa di Portoferraio allorché la località viene investita dalla flotta turca di Piali Pascià e di Dragut.

1557      

Settembre

 

 

A Piombino con Chiappino Vitelli. Recupera Talamone (alla cui difesa si trovano solo 35 fanti, per lo più affetti da malaria ed in ritardo con le paghe da quattordici-sedici mesi) e Castiglione della Pescaia (tale località si arrende dopo pochi colpi di artiglieria). Tenta inutilmente di convincere gli spagnoli di assalire anche Grosseto.

Ottobre     Viene inviato a presidiare l’isola del Giglio con 200 fanti.

1558

 

 

Si avvicina a Campiglia Marittima con 500 uomini. Ha l’ordine di non superare i confini dello stato di Piombino appartenente a Jacopo d’Appiano.

1565

Toscana

Impero ottomano

Segue Chiappino Vitelli alla difesa di Malta.

1568

 

 

Ha il comando delle galee dell’ordine dei cavalieri di Santo Stefano al posto dell’indisposto Alfonso d’Appiano.

1569

 

 

 

Estate

Toscana

Corsari barbareschi

Cattura alcune galeotte corsare sorprese presso il Monte Argentario.

1572

 

 

 

……………….

Toscana

 

E’ nominato suo luogotenente dal nuovo ammiraglio dell’ordine dei cavalieri di Santo Stefano Raffaele dei Medici.

Luglio

Toscana

Impero ottomano

Si trova a Corfù (Kerkira) con la flotta comandata da Marcantonio Colonna. Il capitano generale si colloca sulla capitana e sulla padrona toscane.

Agosto

 

 

E’ inserito da Marcantonio Colonna con Raffaele dei Medici all’estremità del’ala destra della flotta cristiana. In uno scontro, avvenuto presso Capo Matapan (Akra Tainaron) sono affondate ad Occhiali 5 galee.

1573

 

 

 

…….………..

 

 

Ha ancora il comando di una galea.

Aprile

 

 

Il nuovo granduca di Toscana Francesco dei Medici gli ordina di condurre a Pisa, per disarmare e mettere al coperto, le galee più vecchie e quelle più danneggiate nelle ultime campagne ( sono 5 imbarcazioni fra le quali vi è la padrona). Deve, invece, tenere armate le altre 6 tra le quali è compresa la capitana.

…….………..

Toscana

Tunisi

Prende parte con 6 galee alla spedizione di don Giovanni d’Austria volta a togliere Tunisi ad Occhiali.

1574

 

 

 

Agosto settembre

 

 

Alla testa di 6 galee e di altre 9 navi si collega con la flotta spagnola per impedire che Tunisi cada nuovamente in potere di Occhiali. La squadra, trattenuta dai venti e dalla tempesta, non va oltre il golfo di Trapani; ha uno scontro con la retroguardia nemica. Riprende la navigazione verso l’isola di Cipro (Kypros).

1575

 

 

Muore.

CITAZIONI