Chamali

0
124

CHAMALI Corsaro di Algeri

+

Anno, mese

Stato, in proprio

Avversario

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1526

 

 

 

Giugno

In proprio

 

A fine mese sosta con 3 galee nel golfo di Ajaccio. Si impadronisce alle isole Sanguinarie una barca di San Fiorenzo (Saint Florent), proveniente dalla Sardegna, ed una barca di Calvi con un carico di tavole. I mercanti di Ajaccio riscattano le 2 imbarcazioni con i relativi equipaggi.

Agosto

 

 

Giunge all’isola di Capraia. Pone d’assedio il paese dopo avere fatto sbarcare 300 turchi ed una bombarda. Sono sparate contro le abitazioni alcune pietre da 60 libbre. Gli abitanti si battono con vigore uccidendo 6/8 corsari e ferendone un numero maggiore. La bombarda apre una breccia nel muro che difende il paese. Gli attaccanti entrano in una casa; ne sono respinti. Segue una sortita dei difensori per cui Chamali rinuncia all’assedio e lascia l’isola dopo avere fatto tagliare i vigneti e fatto dare alle fiamme alcune palizzate. Abbandona sulla spiaggia una barca carica di sale catturata prima di arrivare a Capraia. Si dirige, quindi, verso Capo Corso; attacca una piccola nave veneziana, che trasporta sale e cenere, uscita dal porto di Bastia: tutto l’equipaggio viene ucciso con l’eccezione di due marinai che, trovandosi a prua, riescono a calarsi in mare quando la nave viene incendiata. I corsari proseguono nelle loro incursioni; pochi giorni dopo si appropriano di altre 5 barche che da Bastia si stanno recando a Cavo: gli uomini dell’equipaggio riescono in questo caso a salvarsi.

 CITAZIONI

SHARE
Previous articleBenedetto Pesaro
Next articleMarco Querini